NIDI E SERVIZI PER INFANZIA, FATTORE LECCO: “MAGGIOR TEMPESTIVITÀ DALLA REGIONE, MANCANO LE LINEE-GUIDA”

By 1 Agosto, 2020 2 Agosto, 2020 Comunicati
Nidi a Lecco

1 agosto 2020, Lecco – “Siamo arrivati all’inizio di agosto e ancora dalla Regione non si hanno notizie delle linee guida per i servizi educativi nella fascia 0-6 anni – dichiara Alessandra Durante, portavoce di Fattore Lecco – mettendo così a rischio la ripresa a settembre. La proroga dello stato d’emergenza e le indicazioni nazionali ancora molto vaghe richiedono ora maggior tempestività.

Come è successo a giugno con i centri estivi, anche per i nidi e i servizi educativi le regole regionali sono in grave ritardo e questo si scarica sulle spalle dei dirigenti, dei docenti e degli educatori ma soprattutto delle famiglie che non sanno con certezza che cosa accadrà a settembre. La Regione Lombardia è una delle poche Regioni, se non l’unica, a non essersi resa disponibile ad ascoltare i comitati e le associazioni competenti per questa fascia d’età che ha esigenze e richiede attenzioni del tutto particolari. Dopo il ritardo delle scorse settimane nelle linee per la fascia 0-3 si rischia di non arrivare in tempo utile con le indicazioni per la riapertura di settembre.

A Lecco molte scuole, statali e paritarie, si sono mosse in modo autonomo, prendendosi le proprie responsabilità e coordinandosi con le istituzioni locali.

La Regione ha un ruolo delicato in questa fase e non è possibile fare una programmazione seria se la visibilità temporale è così ridotta.

La scuola e i servizi all’infanzia meritano di sentire le Istituzioni dalla propria parte; le linee guida devono servire per aiutare e sostenere la ripresa, non per renderla complicata e incerta con il rischio di vedersele “rinfacciate” se dovesse emergere qualche criticità”.